Priorità de il partito che non c’è

·      Ambiente: Liberiamoci dai combustibili fossili! Diamo spazio alle fonti di energia alternative.

·      Educazione civica: Manca una formazione ai diritti e doveri del cittadino. Ripristiniamo l’insegnamento del rispetto, dei principi e dei valori fondamentali di una società civile.

·      Formazione e professionalità: Razionalizziamo le spese. Eliminiamo le baronie ed i vassallaggi. Inseriamo i tirocini all’interno dei corsi come momento formativo e non all’interno dello sfruttamento del lavoro.

·      Giustizia: No alle sentenze mediatiche; no alle accuse/condanne; che i processi si svolgano e si concludano in tribunale. Vogliamo una giustizia tesa al risarcimento del danno arrecato e non alla trasformazione dei criminali in vittime; si programmi un percorso di recupero sociale con chi vuole seriamente redimersi.

·      Sanità: Un servizio completamente gratuito comporta abusi, sprechi e scarsa considerazione della qualità dello stesso; spesarlo completamente penalizza i ceti meno abbienti. Sembra più equo riconoscere un contributo proporzionale al reddito familiare. Facciamo giudicare ai pazienti quali strutture finanziare!

·      Scuola: La cultura di un popolo fa crescere il desiderio, in tutti, di dare il proprio contributo. La verifica del livello di apprendimento è utile: all’allievo perché sappia riconoscere il valore del proprio lavoro, all’insegnante per conoscere la sua capacità di trasferire le conoscenze, alla società per confrontarsi con gli altri Paesi.

·      Sviluppo economico e ricerca: Presto comunicheremo solo con cellulari svedesi ed utilizzando computer indiani dovremo imparare il cinese… È ora di investire, anche noi, per il nostro futuro! Europeizziamo non solo le tariffe ma anche i costi degli investimenti: basta pagare tre o quattro volte il prezzo delle opere pubbliche! Portiamo a livelli europei gli stipendi dei lavoratori (aumentandoli)  e degli amministratori pubblici (frazionandoli!).

·       Trasporti: Potenziamo il trasporto su rotaia e via mare. 

indietro